Inizia la serie: “sfatiamo miti e smontiamo stereotipi”!!

Inauguro oggi un argomento che sarà molto presente in questo blog: “Sfatiamo miti e smontiamo stereotipi”, naturalmente sul tema Recitazione. In Italia siamo eccezionali vittime di stereotipi e false convinzioni che altrove nel mondo sono sparite da diversi decenni. Perché? La prima risposta che mi viene in mente è “perché così conviene ai tanti che su queste falsità ci marciano alla grande”. E chi sarebbero? Direi, anzitutto i vecchi dinosauri delle accademie e degli stabili da una parte, alcuni registi o pseudo-tali, ed altre scuole e scuolette di dubbia serietà. Un altro “attore” di questo grave inganno è rappresentato da molte agenzie, ma li considererei più che altro vittime inconsapevoli, troppo superficiali per aprire gli occhi. Ma non divaghiamo troppo:

– Falso mito/Stereotipo numero 1: esiste una recitazione teatrale ed una cinematografica (quindi anche un “attore teatrale” vs. “attore cinematografico”);
Questo è uno dei più tosti da abbattere, perchè davvero sono troppi quelli che ci marciano sopra, ed anche troppi gli attori/attrici che si crogiolano in questa illusione e ne fanno una scelta di vita (come essere di destra o sinistra). Pure io agli inizi ci credevo, infatti ho cominciato con una “scuola di recitazione cine-tv” perchè volevo fare quello e il teatro non mi interessava. Come molti, consideravo queste cose scisse, inconciliabili (AH! Questi giovani!!). Ebbene, ho imparato – “sbattendoci anche contro” – che NON ESISTONO 2 tipi di recitazione! Anzi, mettiamola così: esiste la BUONA recitazione e la CATTIVA recitazione! Agli inizi pensavo che gli attori di cinema fossero quelli bravi ed emozionanti dei film, mentre quelli di teatro gridavano e gesticolavano enfatizzando troppo. Non che non vi fosse un fondo di verità: esiste quel genere di attori, ma non si chiamano “attori teatrali” bensì “ATTORI CANI a teatro”. Mentre i pupazzi/e che si vedono in certa tv (soap opera, sit-com, fiction…) non sono propriamente “attori cinematografici”: sono “attori CANI sullo schermo”. Purtroppo in Italia gli si lascia tanto spazio, sia a teatro che sullo schermo. Buona parte di questo equivoco è supportata dal fatto che nel nostro paese, da quando si è diffuso il cinema, si è andati a teatro sempre meno: in questo modo la gente iniziò a pensare che gli attori di film facessero esclusivamente film, mentre la realtà è l’esatto opposto. Per un po’ è stato vero, tanti Vip si allontanarono dal teatro, ma ora che c’è la Crisi eccome se ci lavorano!(togliendo anche spazio a volti meno noti che meriterebbero!).
“Ma allora quale sarebbe sta recitazione VERA, sola ed unica??” “E allora le differenze palesi tra una performance teatrale ed una filmica??”
Allora… (anzitutto, preciso che stiamo parlando di recitazione “interpretativa” o se vogliamo “narrativa”: parlo di attori che hanno un testo e un personaggio, non di performer di teatro-azione o teatro-danza o biomeccanica”!!)
Sono i 2 MEDIA ad assere diversi, ed un attore vero deve esserne ben consapevole ed adattarsi! Il problema è che troppi insegnanti riempiono la testa di giovani attori con milioni di seghe mentali sulla dizione “assoluta”, l’enunciazione, la voce diaframmatica da proiettare, il gesto visibile ed espressivo e tante altre “sottomaterie”, che… gli studenti si perdono il nocciolo della questione, il nucleo: ovvero che bisogna essere VIVI e VERI!!
L’attore non è un bravo dissimulatore (stereotipo n°2)!!! L’attore vero NON FINGE, CREDE a ciò che fa! E lo fa anzitutto con sentimenti ed emozioni, è un essere umano non un corpo supportato da tecniche. La tecnica è qualcosa in più (necessarissima) per superare certi ostacoli e difficoltà. Per cui ritengo sia sbagliatissimo cercare di insegnare recitazione partendo solo dalle tecniche, perchè si crea questo equivoco che recitare sia una questione di trucchetti da imparare ad usare meccanicamente! Una volta che si è liberi da questo inganno ci si rende conto che un attore dovrebbe recitare allo stesso modo sia a teatro che nel film, con la consapevolezza che in entrambi vi sono “accorgimenti tecnici” da applicare. E BISOGNA essere così bene allenati che l’utilizzo di qualsiasi tipo di tecnica non deve andare a riempire spazio mentale: la mente deve stare al 100% nel personaggio e nel momento, le tecniche devono venire automaticamente! Per dirla in soldoni: non si deve pensare alla dizione mentre reciti, o alla proiezione vocale ecc… Un attore che riesca in questo è, a mio avviso, considerabile come “vero attore” (che sia bravo o meno lo vedremo!), e può lavorare bene SIA in teatro CHE al cinema. Chiunque faccia fatica a passare da teatro a cinema e viceversa, evidentemente ha delle profonde lacune da colmare, che possono essere tanto tecniche quanto “puramente recitative”(o artistiche)! A disposizione per chiarimenti 🙂

p.s. Perfavore, non chiedete mai ad un attore “Ma di cinema o di teatro??”… piuttosto mettetela così:”Ma lavori più spesso in teatro o al cinema?”

Annunci

Pubblicato il 22 settembre 2013 su Uncategorized. Aggiungi ai preferiti il collegamento . 2 commenti.

  1. Ciao Fil, lo sai che nn posso darti torto, ma neanche banalizzare o semplificare con un semplice “hai ragione”. Le differenze ci sono già solo per effetto dei due diversi ambienti, ma il nucleo, l’essenza da cui attingere, è e deve essere sicuramente uno solo. Certo. A presto. Max

    • Con le tue parole cogli proprio nel segno: le differenze DEVONO essere un effetto dei 2 diversi ambienti, ma il “nucleo” deve restare immutato (io ho scritto: “Sono i 2 MEDIA ad assere diversi, ed un attore vero deve esserne ben consapevole ed adattarsi!”). Stessa cosa in una sala di doppiaggio: applichi un sacco di accorgimenti tecnici ma si spera che la recitazione sia forte come altrove. Nel doppiaggio è ancora più difficile! Ti ricordi il mio spettacolo l’anno scorso? ero “teatrale”? 😉 grazie per il tuo commento!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: